Vai direttamente al contenuto principale
Sei in: home > il museo > mostre temporanee > Russia

Mostre temporanee

Russia - Mostra fotografica di Andrea Sivilotti

La locandina della mostraGiovedì 26 giugno alle ore 19.00 presso la sala convegni del Museo del Territorio del Comune di San Daniele del Friuli è stata inaugurata la mostra fotografica "Russia" di Andrea Sivilotti, curata dal Circolo Fotografico "E. Battigelli".

La mostra è rimasta aperta al pubblico dal 27 giugno al 13 luglio 2008

Ancora una volta il Circolo Fotografico “E.Battigelli” presenta la personale di uno dei suoi storici soci, Andrea Sivilotti che oramai da diversi anni vive e lavora in Russia. Si tratta di un reportage in bianco e nero colto dalla strada, foto di persone e luoghi comuni in momenti diversi.

Gli abbiamo chiesto cosa lo avesse impressionato di più di un paese che negli ultimi venti anni ha vissuto un rinnovamento così drastico.

La totale assenza di una identità storica e sociale. Camminando per le strade, socializzando con le persone comuni, lasciando da parte l’immagine classica della Russia turistica, hai come l’impressione che le persone vivano il momento, senza pensare al domani e sopra tutto senza nemmeno nominare il passato.

Dalle immagini che hai scattato, sembra una società molto gioviale e tranquilla, contrariamente alla visione comune che abbiamo sempre avuto dei popoli nordici, rappresentati per di più come freddi e scontrosi.

Direi proprio che lasciando perdere Mosca, che come qualsiasi altra megalopoli non fa testo, la Russia dei paesini più o meno piccoli, ricorda molto il Friuli di quando ero bambino, dove nella via ci si conosceva tutti ed ogni occasione era buona per ritrovarsi insieme con amici e vicini, per festeggiare o semplicemente chiacchierare. La gente è molto socievole e fanno il possibile per farti sentire uno di loro.

Nell’era della fotografia digitale ci sono ancora amanti delle stampe in bianco e nero?

Il digitale è un altro modo di vedere e fare fotografia, un modo nuovo anche diverso. Il digitale ha dato dei mezzi più competitivi e veloci a coloro che operano da professionisti, io sono un foto-amatore, uno che scatta fotografie per passione, non ho tempi stretti da rispettare e le mie foto non devono per forza essere sensazionali. Sarei già felice se con le mie fotografie riuscissi a raccontare un po’ di ciò che ho visto.

Il Circolo Fotografico come ha appreso il tuo desiderio di presentare una personale?

Le persone che compongono il Circolo Fotografico “E. Battigelli” negli anni sono cambiate, c’è stato come in tutte le associazioni un avvicendamento con nuove leve, ma una cosa che ha sempre contraddistinto questo gruppo è l’apertura a qualsiasi idea o proposta. Gli anziani del gruppo, il così detto zoccolo duro sono, contrariamente a quello che si può pensare, i più propositivi, quelli che continuano da oltre dieci anni a stimolare e proporre nuove iniziative, per tanto la mia idea altro non è diventata chel’idea del gruppo.

museodelterritorio@gmail.com